Archive for the ‘Katusha’ Category

L’incoronazione dell’ Aeroad CF e di “Purito” Rodríguez

mercoledì, ottobre 17th, 2012

E’stato ufficializzato sabato scorso. La stagione 2012 è ormai storia e per il secondo anno consecutivo la Canyon Aeroad CF è stata incoronata la bici di maggior successo nel palcoscenico professionistico UCI. Dopo che Philippe Gilbert si aggiudicò una vittoria dopo l’altra nel 2011, quest’anno è stata la volta di Joaquim “Purito” Rodriguez ottenere il massimo dei voti UCI – e non privo di “bravado”

Ha iniziato a difendere il titolo dell’ Aeroad CF con le vittorie di tappa alla Tirreno-Adriatico ed al Giro dei Paesi Baschi, con la sua vittoria alla Freccia Vallone e con le sue prestazioni al Giro d’Italia, piazzandosi al secondo posto a soli 16 secondi dal vincitore Ryder Hesjedal.

no images were found


Nella sua seconda importante corsa a tappe della stagione 2012, la Vuelta Espana nella sua nativa Spagna, Purito ha impressionato ancora una volta per la sua forma eccellente vincendo tre tappe e tenendo a lungo la maglia rossa prima di accettare la sconfitta dai suoi rivali spagnoli Contador e Valverde.

Nella sua ultima corsa della stagione 2012 Purito si è assicurato la sua corona vincendo un monumento del ciclismo, il Giro di Lombardia. Ha poi superato leader di Bradley Wiggins nella classifica UCI, per un totale di 692 punti, 91 punti davanti a Wiggins e 282 davanti a Tom Boonen.

no images were found

Nella gara a squadre il team British Sky ha ottenuto la vittoria generale, seguito dal team russo Katusha attualmente sponsorizzato da Canyon.
Ammettiamo che questo dimostra l’impressionante prestazione che ci imprime di ottimismo per il futuro.

Canyon & Katusha: imparare da ciascuno, vincere insieme.

Rodriguez vince il Giro di Lombardia, in testa alla classifica UCI con Canyon

lunedì, ottobre 1st, 2012

Con una grande vittoria all’ultima classica italiana della stagione, Joaquim Rodriguez del Team Katusha ha ottenuto la sua 10^ vittoria della stagione 2012 aggiudicandosi la testa nella classifica mondiale UCI, con 692 punti battendo il vincitore del Tour de France Bradley Wiggins che aveva 601 punti.

In sella all’Aeroad CF 9.0 del team Katusha, Rodriguez ha ottenuto la vittoria al Giro di Lombardia sotto la pioggia battente diventando il primo spagnolo a vincere questa corsa dopo ben 106 anni di storia. Rodriguez ha attaccato sulla salita finale di 3 km, 7,4% di pendenza media, 15% massima sulla salita di Ello-Villa Vergano ed è stato in grado di staccare il forte gruppo all’ inseguimento.

no images were found

Questo è il trionfo più importante di tutta la mia carriera, ha detto il 33enne Rodriguez nel post-gara. “Per me questa è stata una stagione perfetta: ho vinto la Freccia-Vallone, il secondo posto al Giro d’Italia ed il terzo posto alla Vuelta a Espana. Avevo due obbiettivi al Giro di Lombardia : vincere questa corsa prestigiosa e dominare la classifica UCI World Tour e sono riuscito in entrambe le cose. Quindi sono davvero felice.” ha dichiarato Rodriguez : “E’ difficile sapere se sono stato il corridore più forte nel corso dell’anno, e Wiggins è stato sicuramente il miglior corridore nelle corse a tappe”, ha detto Rodriguez, sul podio sia al Giro d’Italia che alla Vuelta a España . “Tutto quello che posso dire è che il 2012 ha certamente visto il miglior Joaquim Rodriguez ci sia mai stato.”

Con la chiusura della stagione 2012 Rodriguez guarda al 2013, spiegando “Devo lavorare sulle cronometro, come sempre,” ha detto. Rodriguez corre con la TT bike Speedmax CF di Canyon e spiega “Ho migliorato un sacco nei test sulle crono quest’anno, ma devo ancora lavorare molto nella galleria del vento durante l’inverno per non sprecare quello che ho fatto fino ad oggi. In salita, invece, credo di poter competere con i più forti e qualche volta sono io il più forte. ”

Vuelta 2012: Purito continua a dominare la classifica generale della Vuelta

lunedì, agosto 27th, 2012

I numerosi tifosi a bordo strada lo hanno sostenuto. Il 33enne catalano gioca in casa e ne ha ovviamente approfittato. Nella terza tappa Joaquim Rodriguez ha nuovamente dato prova delle sue qualità in sella alla sua Aeroad CF confermando il suo vantaggio in classifica generale.
Nella tappa di 196 km da Andorra a Barcellona ha lasciato il posto aammettere a Philippe Gilbert che si è accaparrato la sua prima vittoria della stagione.

no images were found

“Sono così commosso”, ha detto il catalano al traguardo. “Conosco questi posti da quando mi allenavo come dilettante ed ora sono qui sul podio come leader della classifica generale della Vuelta a España e l’entusiasmo è semplicemente incredibile”.

Secondo Purito la tappa non è stata dura. Il 33enne di Barcellona ha anche aggiunto che la possibilità di fuga è arrivata molto presto. “L’unico pericolo erano i favoriti della vittoria assoluta che sono ancora in forma”, ha spiegato Rodriguez aggiungendo: “Ma sono molto soddisfatto per l’esito della tappa”.

Dopo il trasferimento di ieri da Barcellona oggi è il primo giorno di riposo. Martedì si riparte in Galizia con una tappa relativamente piana. Mercoledì la prima crono individuale di questa Vuelta. Al giro di boa dei 40 km circa della cronometro i corridori devono superare i 490mt del Monte Castrove. Si prevede una tappa emozionante.

Incrociamo le dita per Katusha e per Purito che ci regalerà una prestazione fantastica sulla Speedmax CF Evo!

Canyon e Katusha: imparare da ciascuno, vincere insieme!

Purito Rodriguez del team Katusha prende la guida della Vuelta a España

mercoledì, agosto 22nd, 2012

Purito Rodriguez del team Katusha prende la guida della Vuelta a España
Dopo quattro tappe Purito passa in testa alla classifica generale partendo dal diciottesimo posto dopo l’ arrivo in salita a Valdezcaray in sella alla sua Canyon Aeroad CF Team Katusha. Il precedente leader della corsa Alejandro Valverde (Movistar) è caduto a 30km perdendo il comando.

no images were found

Dopo la tappa, “non mi aspettavo di prendere la maglia oggi”, ha spiegato Purito Rodriguez, “quindi ovviamente sono felice, ma avrei preferito vincere la tappa di ieri. Questo non cambia nulla: essere in testa alla corsa mi dà una forte motivazione per raggiungere il mio obiettivo, ovvero una buona posizione nella classifica finale.
I distacchi sono ancora molto stretti e tutto può succedere.
In un primo momento non ci siamo accorti che Valverde fosse stato coinvolto in un incidente, ma appena me l’ha detto il suo compagno di squadra della Movistar ho chiesto ai miei compagni di squadra di interrompere immediatamente la corsa, io non sto criticando la scelta di altre squadre, ma ho pensato che fosse la cosa giusta da fare”

Congratulazioni Purito!

Un team eccezionale allineato per la Vuelta

giovedì, agosto 16th, 2012

Questo fine settimana partirà la 67esima edizione della Vuelta. Il Giro di Spagna di tre settimane (18.08 -. 09.09 2012) prevede 13 tappe di montagna, 6 tappe di pianura, una crono individuale da 40 km ed una crono a squadre.

Sotto la guida del capitano Joaquim Rodríguez Katusha invierà i suoi migliori corridori a questa prestigiosa corsa a tappe.
La squadra è composta da Pavel Brutt, Xavier Florencio, Mikhail Ignatyev, Alberto Losada, Denis Menchov, Daniel Moreno, Gatis Smukulis e Angel Vicioso. I direttori sportivi Valerio Piva, Dmitriy Konyshev e Claudio Cozzi accompagneranno i campioni durante l’evento.

La corsa inizia sabato 18 agosto con una crono a squadre di 16,2 Km.
Questo darà al team la possibilità immediata di dimostrare il meglio della nuova Speedmax CF Evo – soprattutto il campione a crono russo Denis Menchov.

no images were found

Joaquim “Purito” Rodriguez si imegnerà nel sostegno dei suoi compagni di squadra Denis Menchov, che ha vinto questa gara nel 2005 e nel 2007, e Dani Moreno, che ha dominato la Vuelta di Burgos quest’anno.
I pro dovranno superare gli estenuanti 3000 km in sella alle loro bici del team Ultimate CF SLX ed Aeroad CF. La nuovissima Speedmax CF Evo dimostrerà di nuovo le sue qualità durante la crono in dividuale di 40 km del 29 agosto.

no images were found

Aspettiamo trepidanti queste tre settimane ed auguriamo buona fortuna al team!

Canyon e Katusha: imparare da ciascuno vincere insieme!

Trionfo per Daniel Moreno al Burgos Tour

lunedì, agosto 6th, 2012

E’ stata la sua gara quest’anno. Un anno dopo il successo del connazionale e compagno di squadra Joaquim “Purito” Rodriguez, Daniel Moreno ha ottenuto la vittoria assoluta al Giro di Burgos in sella alla sua Canyon.

L’arrampicatore di 30 anni ha vinto due delle cinque tappe della 34esima versione di questo evento ed è stato in grado di difendere la sua maglia da un attacco da parte del corridore colombiano del Team Sky Sergio Henao, sulla tappa finale.

Congratulazioni a Daniel!

Canyon e Katusha: imparare da ciascuno, vincere insieme!

no images were found

Intervista al Direttore Generale Holczer. “Raramente sono stato così fiero come oggi”.

lunedì, luglio 2nd, 2012

Intervista al Direttore Generale Holczer. “Raramente sono stato così fiero come oggi”.

Siamo coinvolti nell’evento ciclistico più grande e più importante dello scenario mondiale e lotteremo con Katusha per raggiungere la vittoria finale.
Uno dei protagonisti del team russo è il Direttore Generale Hans-Michael Holczer, responsabile da ormai una decina di mesi di Katusha e di altre due squadre nel Russian Global Cycling project.

Insieme ai suoi colleghi tedeschi, tra i quali il noto ex-pro Erik Zabel, Michael Rich e Christian Henn, ha riorganizzato molti aspetti, i processi sono stati ottimizzati ed ha lavorato sodo per migliorare il rendimento complessivo della squadra.

L’obiettivo a lungo termine di Holczer con Katusha è quello di essere un attore importante durante i grandi eventi internazionali e di promuovere ancor di più il ciclismo russo in futuro. I primi frutti di questo lavoro sono già stati raccolti, come la performance da primo della classe di Joaquim “Purito” Rodriguez al Giro d’Italia ed un ottimo secondo posto di Katusha nella cronosquadre.

Le aspettative per il Tour de France sono chiare. “Vogliamo giocare un ruolo chiave nella classifica generale”.

Holczer ha grandi speranze per il neo campione a crono russo Denis Menchov dicendo: “Sono molto orgoglioso degli inaspettati successi con la nostra nuova bici da crono Canyon Speedmax CF”.

Abbiamo incontrato Hans-Michael Holczer dal vivo a Liegi, in Belgio e gli abbiamo chiesto la sua opinione su Denis Menchov ed Óscar Freire al Tour.

Canyon e Katusha. Imparare da ciascuno, vincere insieme. Guardiamo ad una collaborazione fruttuosa e duratura e ad un Tour de France davvero entusiasmante!

Nel bel mezzo del Tour non ai margini! Il dietro le quinte del Tour de France!

giovedì, giugno 28th, 2012

Scopri cosa sta succedendo dietro le quinte e parlane con noi su Facebook, Twitter e Google +.

Nel corso delle prossime tre settimane vi terremo aggiornati sulla corsa e vi informeremo circa i successi dei nostri corridori di Katusha.
Ma non è tutto! Saremo sempre online grazie al lavoro del nostro team Social Media, i fotografi, i film maker, i supervisori ed il team manager pubblicando approfondimenti esclusivi dell’andamento quotidiano della squadra pro-tour durante la corsa più grande al mondo.

no images were found

Cosa succede prima e dopo la gara? Come viene sostituito l’equipaggiamento? Cosa mangiano i pro e cosa succede nei giorni di riposo?
Avete domande specifiche? Raccoglieremo le vostre domande ed i desideri e li porteremo in Francia per trovare le risposte per voi!

Preparati per vedere un sacco di foto e notizie su Twitter e Facebook.
Non sei mai stato più vicino al Tour!

Segui il link su Twitter (inglese e tedesco): twitter.com/pure_cycling >>
Hashtag: #insights #tdf

Che tu segua la corsa da casa, in TV o in Francia, ti aspettiamo per qualsiasi commento, domanda o foto sulla pagina Facebook di Canyon Pure Cycling (link Facebook). Ci aspettiamo un Tour de France ricco di emozioni!

no images were found

Canyon e Katusha: imparare da ciascuno, vincere insieme!

Canyon e Katusha: guardando al Tour de France

venerdì, giugno 22nd, 2012

L’emozione cresce! Le 22 squadre partecipanti stanno progressivamente annunciando le formazioni per il Tour de France.
Per i 198 corridori la corsa ciclistica più importante al mondo inizierà sabato 30 giugno.
Tre entusiasmanti settimane divise in 21 tappe in cui passione, gioia e confini fra vittoria e sconfitta saranno molto vicini.

Canyon è ancora una volta nel bel mezzo dell’azione Questo è il quarto anno consecutivo di collaborazione con un team di professionisti al Tour de France – e quest’anno è la prima volta in veste di sponsor tecnico per la squadra pro-tour russa Katusha.

Il team russo è guidato dal precedente management team Gerolsteiner sotto il Direttore Generale Hans-Michael Holczer. Ovviamente siamo particolarmente orgogliosi di fornire il supporto dei nostri due Canyon Heroes Michael Rich ed Erik Zabel come consulenti del team.

questi sono gli atleti che si batteranno per gli oltre 3500 km di strade belghe e francesi sulle loro bici Canyon in cerca di onore, gloria ed il prestigioso premio finale del ciclismo.
La squadra:

Giampaolo Caruso (ITA), Óscar Freire (ESP), Vladimir Gusev (RUS), Joan Horrach (ESP), Aliaksandr Kuchynski (RUS), Denis Menchov (RUS), Luca Paolini (ITA), Yuriy Trofimov (RUS), Eduard Vorganov (RUS).

Team leader: Denis Menchow

no images were found

Il team sarà guidato da Denis Menchov. Il corridore russo può vantare quattro partecipazioni al Tour de France, nel 2003 da giovane, nel 2006 un 6° posto e nel 2010 ha chiuso come terzo nella classifica generale ottenendo l’ambito podio a Parigi. Questi sono tutti ottimi presupposti per il pluri vincitore del Giro di Spagna (2005, 2007) e vincitore del Giro d’Italia del 2009, che ha un solo obiettivo per questo Tour de France – la vittoria finale

Il velocista: Óscar Freire

no images were found

Anche Óscar può vantare diversi Tour di successo. Il 36enne spagnolo che ha vinto quattro tappe al Tour de France nel 2008, ha anche ottenuto la maglia verde. L’elenco delle vittorie nella sua carriera è infinito, ma ha ancora fame di vincere e siamo certi che assisteremo ad alcune brillanti prestazioni di Óscar sulla sua Aeroad CF!

Bici realizzate per i campioni:

L’ Aeroad CF:

no images were found

La macchina da fuga. Fatta per l’inseguimento. I tubi snelli e la posizione racing del corridore rende l’Aeroad CF ideale per la fuga. Leggera, rigida, confortevole e sicura. L’ Aeroad CF possiede una classe a sé stante fra le bici strada aerodinamiche.

Specifiche:
Telaio – Canyon Aeroad CF
Reggisella – Canyon VCLS Aero Post
Gruppo – Shimano Dura Ace Di2
Ruote – Mavic
Copertoncini – Mavic Griplink and Powerlink
Manubrio – Ritchey WCS
Attacco manubrio – Ritchey WCS
Sella – Selle Italia Team Edition
Pedali – Shimano Dura Ace carbon
Nastro – Ritchey

L’Ultimate CF SLX:

no images were found

Ultimate CF SLX è sinonimo di rigidità, leggerezza e comfort. La bici ideale per tutte le salite, le discese sconnesse e per gli sprint esplosivi verso il traguardo.

Specifiche:
Telaio – Canyon Ultimate CF SLX
Reggisella – Canyon VCLS
Gruppo – Shimano Dura Ace Di2
Ruote – Mavic
Copertoncini – Mavic Griplink e Powerlink
Manubrio – Ritchey WCS
Attacco manubrio – Ritchey WCS
Sella – Selle Italia Team Edition
Pedali – Shimano Dura Ace carbon
Nastro – Ritchey

La Speedmax CF:

no images were found

La nuova Speedmax CF è la bici da crono più veloce al mondo. Anche prima della sua premiere al Giro d’Italia, la bici è stata in grado di dimostrare le sue capacità e sicuramente farà lo stesso in questa edizione del Tour de France!

Specifiche:
Telaio – Canyon Speedmax CF
Reggisella – Canyon
Gruppo – Shimano Dura Ace Di2
Ruote – Mavic
Copertoncini – Mavic Griplink and Powerlink
Telaio – Canyon
Attaco manubrio – Canyon
Sella – Selle Italia Team Edition
Pedali – Shimano Dura Ace carbon

Il Tour de France in parole ed immagini
Vi terremo aggiornati con entusiasmanti report, foto e notizie su canyon.com e su Facebook. Dopo il grande successo dell’anno scorso, partirà di nuovo il nostro concorso TDF-Special dove potrete scommetterete sul nostro sito.
Dimostra quanto sei esperto e ti aggiudicherai alcune grandi offerte.
A breve saranno disponibili maggiori informazioni sul nostro Tour de France Special sia sul blog che su Facebook.

“Restare bloccati” – Rudi Selig ci da dentro

giovedì, maggio 31st, 2012

Rudi Selig con i suoi 23 anni è uno dei corridori più giovani nella rosa del nostro pro team russo Katusha. Il talentuoso giovane velocista tedesco è alla sua prima stagione sulla scena dei pro ed ha le potenzialità per essere fra gli uomini che contano sulla sua Ultimate CF SLX. Cosa è stato Rudi ultimamente?

Ciao amici di Canyon,
Sono stato occupato dopo il mio ultimo blog. Ho una nuova fidanzata, una nuova auto ed un nuivo taglio. Se avessi 40 anni, tutti direbbero che sto attraversando una crisi di mezza età ma grazie a Dio non è questo il caso! Mi hanno allenato bene per il Giro della Baviera facendo allenamenti sulla distanza per aiutarmi a preparare le tappe lunghe. Tuttavia ho notato fin dall’inizio che dovevo andare avanti e per questo sono migliorato di giorno in giorno. Un piccolo incidente mi ha riportato a livello 1.

no images were found

In discesa dopo la lunga salita ero abbastanza stanco ed ho perso la concentrazione, ho toccato la ruota posteriore del corridore davanti a me e sono caduto. E’stato un errore da principiante, ma anche uno un professionista esperto potrebbe farlo. Erik Zabel mi ha tirato fuori dal fosso e mi ha incoraggiato a continuare anche se ero dolorante. Questa si è rivelata sicuramente la decisione giusta perché anche se ero coperto di graffi non avevo alcun dolore il giorno successivo.
Era già il mio secondo incidente in questa stagione. Poi diventi troppo sicuro di te stesso ed è questo l’errore più grande che puoi fare! È necessario essere consapevoli, senza aver paura, perché potrebbe sempre succedere qualcosa! Naturalmente il punto più pericoloso in gara è la volata, ma dico sempre: “Se deve succedere, succede comunque!” Quindi si è trattato di rimanere bloccati in quel giorno preciso (fedele al motto che non importa se cadi una o due volte) e quindi il nostro team ha guidato la volata di Alessandro Porsev regalandoci il 5 ° posto. Al contrario il Giro di Baviera è andato abbastanza secondo i piani. Vladimir Gusev ha ottenuto il terzo posto ed Alexander Porsev è arrivato quinto in una tappa e nono in un’altra. L’ultimo giorno ho avuto la mia occasione e sono arrivato decimo. Tuttavia, devo dire che non ero del tutto soddisfatto. Vabè, avrò qualche possibilità in più quest’anno, come ad esempio il Prorace di Berlino il 10 di giugno ed lo Ster Electro Tour nei Paesi Bassi!

no images were found

Sarò molto motivato per questi eventi e dimostrerò a tutti ciò di cui sono capace! In gamba ed incrociate le dita per me! A presto, Rudi