Giorni entusiasmanti al Tour de France

Anche quest’anno il Tour sarà molto interessante. La apartenza sarà da Rotterdam, e la corsa raggiungerò la Francia attraversando il Belgio, via Bruxelles e Spa. Una delle tappe più importanti sarà quella di Arenberg. La prima settimana di corsa quest’anno promette già una prima selezione di corridori.Le tappe di pianura saranno comunque pericolose da affrontare per il vento e alcuni corridori potrbbero partire in fuga. Sulle colline della Vallonia gli specialisti delle classiche potranno giocarsi le loro carte, con fuge dal gruppo ed i tratti di pavè promettono momenti eccitanti. Potremmo avere un paio di sorprese interessanti. ho esperienza di quanto può accadere, come con Iban Mayo quando ha inseguito il suo sogno di vittoria al Tour. La grande domanda è se i favoriti saranno in grado di contenere i danni e non perdere minuti. Non ci saranno grandi sorprese, penso comunque che avere inserito questi tratti di pavè è stata una buona idea. I tratti di pavè daranno un maggior contributo al fascino del ciclismo.

La seconda parte del Tour passerà attraverso le Alpi e i Pirenei. Poi la lunga Crono di Bordeaux prima che i corridori arrivino sui viali degli Champs_Elysees a Parigi. Nella terza settimana ci saranno le più grandi difficoltà con le tappe in alta montagnache sicuramente lasceranno il loro segno sui corridori. Comunque la mia opinione è che non c’è una tappa crucialeche decisiva per il Tour ma sarà una sequenza di momenti importanti. Il mio favorito per il Tour è, non stupitevi, Alberto Contador. Credo che la sua andrà via secondo i suoi piani è al momento il corridore più forte in gruppo.Comunque il forte Team della Radio Shack dirà certamente la sua e potrebbe creare qualche problema a Contador. Il Tour 2010 è tagliato per gli scalatori e gli specialisti delle crono, e questo è a favore di Contador.

Noi della HTC-Columbia puntiamo ad alcune vittorie di tappa con Mark Cavendish, una buon risultato di squadra nella classifica agenerale ed il primato nella classifica scalatori. Abbiamo delle ottime possibilità con Michael Rogers, Maxime Monfort e Kanstantsin Siutsou. Inoltre anche il giovane e forte talento Tony Martin. Se non mostrerà debolezze avremo davvero un grande Tour. Lo scorso anno ha fatto esperienza ma alla fine ha perso troppo 30 minuti. Questo non accadrà quest’anno. Tony ha difronte a se un’intera carriera e l’unico obbiettivo è di correre un buon Tour – i risultati son secondari per adesso.

A presto,
Erik

Sag uns Deine Meinung

Kommentare