André Greipel vince il bronzo

In occasione di una brillante finale di Coppa del Mondo Rudersdal / Danimarca, André Greipel è andato in volata per guadagnarsi la medaglia di bronzo.

 

Anche se il capitano della squadra tedesca era dispiaciuto per aver perso l’opportunità di portare la maglia iridata in Germania per la prima volta dopo 45 anni, André ha definito questo risultato un “grande successo”.

La corsa di 266 Km è stata caratterizzata da un ritmo infernale. Nonostante un incidente al dodicesimo giro ed un problema tecnico la squadra tedesca ha fatto una bella figura. “Questa è classe mondiale,” il veterano Danilo Hondo si è complimentato con il capitano del team Greipel. “Abbiamo vinto la medaglia di bronzo e non perso l’oro”, come Jan Schaffrath, direttore sportivo del team BDR, sottolinea. “Ottenere un terzo posto in queste circostanze è assolutamente fantastico”, ha detto Tony Martin. E’ stato uno dei corridori che schiantati nel dodicesimo giro di cui sopra a 75 km dal traguardo; proprio come Christian Knees che ha poi perso il contatto e non ha potuto sostenere André Greipel in volata.

André Greipel ha solo dovuto ammettere la sconfitta contro il britannico Mark Cavendish e l’australiano Matthew Goss. “Cavendish è un degno campione del mondo”, ha riconosciuto il il 29enne André Greipel a fine gara.

Il compagno di squadra di André Greipel dell’Omega Pharma – Lotto, Jurgen Roelandts ha ottenuto un rispettabilissimo quinto posto. Negli ultimi 300 metri il belga si è attaccato alla ruota posteriore del campione del mondo Mark Cavendish. “Ho fatto tutto quanto in mio potere per rimanergli dietro ma ero stremato”, ha spiegato Roelandts. Così un quinto posto era il miglior risultato ottenibile per il ventiseienne. “Un vero peccato. La vittoria era fuori portata, ma il podio non lo era di sicuro”, ha detto Jurgen Roelandts.

Sag uns Deine Meinung

Kommentare