Canyon Factory Enduro Teamrider Maxi Dickerhoff

Vi presentiamo Maxi Dickerhoff

Nome: Eugen-Maximilian Dickerhoff
Residenza: Altenstadt (Oberbayern) / Königsbrunn (Augsburg)
Data di nascita: 19.06.1988
Pratica MTB dal: 2002
Gareggia dal: 2004

Portrait Maxi Dickerhoff / Foto: Manuel Sulzer

Ciao Maxi. Siamo lieti di darti il benvenuto nel Canyon Factory Enduro Team.

Parlaci un po’ di te. Come hai approcciato il ciclismo? Cosa ti attira di questo sport?

Ciao a tutti. Molti di voi mi conoscono probabilmente già come parte integrante della redazione di MTB News.de [IBC] quindi sono noto a molti come biker entusiasta da anni. Ho scoperto l’ MTB da quando ho conosciuto il campione svizzero di Downhill Claudio Caluori al suo corso di DH al Scuol Grigione durante la mia vacanza estiva in kayak con la mia famiglia nel 2002. La velocità, i pericoli e soprattutto, l’abilità di Claudio mi hanno catturato a tal punto che solo pochi giorni dopo ho provato io stesso a guidare la sezione semplice del corso. Il divertimento ed il fascino sono rimasti con me fino a questo giorno.

Hai un grande successo sulla scena del gravity da anni ormai, soprattutto nel downhill. Ora stai iniziando con l’enduro. Quali sono i tuoi obiettivi con il Canyon Factory Enduro Team? Come ti vedi al primo mondiale di Enduro?

Il mio background nel Downhill mi è sempre stato utile negli eventi enduro. L’80% dei tratti cronometrati si svolgono nei tratti di downhill e, a seconda della serie, non sono così facili. Chiunque sia in grado di volare verso il basso in vero stile DH parte avvantaggiato. Il mio obiettivo è quindi quello di posizionarmi proprio davanti, soprattutto negli eventi caratterizzati da discese impegnative al fine di raccogliere dei punti importanti per la classifica generale nel neonato Mondiale Enduro. Con Tibor come Team Manager ed i miei compagni di squadra Ines, Marco e Joe ci sono davvero buone probabilità per essere proprio lì nel mix della classifica generale.

Come editore di MTB-News.de [IBC] si è letteralmente alla fonte di tutte le informazioni e si è sempre aggiornati sulle ultime tendenze. Cosa ne pensi dello sviluppo dell’ enduro negli ultimi anni e dove pensi che questo sport stia prendendo piede?

L’attuale popolarità delle gare di enduro è enorme. Non conosco altra disciplina in questo sport che abbia ricevuto una tale quantità di adesioni negli ultimi tempi come nell’ambito enduro. Sta emergendo in ogni paese – tutte le gare si basano su un modello fondamentale simile a quello dei rally delle auto con vari cicli e tappe intermedie anche se ci sono spesso notevoli differenze nell’ interpretazione dei regolamenti. Queste differenze all’interno di una singola disciplina non esistevano in passato nel ciclismo e questo è esattamente il motivo per cui l’enduro attiri tanti appassionati di mountain bike ed unisca diversi biker provenienti da tutti i tipi di discipline.
Il fatto che l’enduro è una delle nuove tendenze MTB che attraversa l’America del Nord dall’Europa e non il contrario come solitamente accade nel settore MTB, dimostra che la disciplina ha un futuro reale. Quindi possiamo attenderci ancora molto. Spero solo che la versatilità dell’enduro che attira così tanto permanga molto a lungo.

Standbild Video / Film: Benni Klose

E’ da un po’ che pedali la Strive ora. Quali sono state le tue impressioni iniziali? Cosa rende una bici perfetta per l’enduro ai tuoi occhi?

La prima impressione è stata, come previsto, molto positiva. Ora posso determinare in anticipo e con grande precisione con l’ausilio di dati geometrici dettagliati se una bici è adatto a me o no. Per me è importante un telaio lungo, un triangolo posteriore corto, un frontale alto e un movimento centrale basso. La Strive ha tutte queste caratteristiche insieme e lo sapevo perché avevo già studiato la bici molto da vicino in anticipo. Il mio primo giro sulla bike ha confermato tutte le mie aspettative.
Purtroppo il tempo qui, ai piedi delle Alpi, nelle ultime settimane, non è stato esattamente favorevole – il mix tra pioggia, neve e freddo non ha reso i giri sulla mia nuova Strive particolarmente piacevoli ed è per questo che non posso fornire un feedback più preciso e dettagliato sulla bici . Ma alla fine di febbraio ci sposteremo finalmente verso sud dove sarò in grado di salirci in sella davvero e divertirmi alla grande!

Dai un’occhiata ai primi test sulla Strive AL (video di Benni Klose)

Pick Up Snow Fun! von metalfreak – mehr Mountainbike-Videos

Agilità, stile di guida pulito, potenza e concentrazione – l’ enduro richiede notevoli sforzi da parte del biker. Come ci si prepara per la stagione e come ci si mantiene in forma?

Come ho già detto, il Dio del tempo Petrus sembra essere molto lunatico in questo periodo. Il tempo variabile rende difficile seguire un costante programma di allenamento outdoor. Quando la neve lo permette cerco di fare molto sci di fondo. Quando non c’è molta neve mi trascino attraverso il fango e questo allenamento all’aria aperta è poi perfezionato dalle ore che abitualmente trascorro in palestra ed al centro di arrampicata indoor.

Dove ti si può trovare quando non ti alleni?

Bene, ora, non sarà possibile avere molte possibilità! Chiunque sia coinvolto nel mondo bici sia che si tratti di un hobby o per lavoro, non ha tempo per altre cose. Vorrei, tuttavia, in un prossimo futuro, di farmi una moto da cross per schiarirmi le idee ed allontanare la mente dalla bici solo per un po’. E se sto facendo qualcosa che è totalmente estraneo alla bici, mi troverai con una macchina fotografica in mano perché la fotografia è una cosa che davvero mi aiuta ad allontanarmi da tutto.

Grazie per il tuo tempo Maxi! Ti auguriamo un inizio di stagione ricco di successi.
Siamo impazienti!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare