Lifestyle, azione, divertimento – Enduro

  febbraio 1st, 2013 | 16:38 | Canyon Onlineredaktion

La gara è cominciata. Stai spingendo sui pedali e la guarnitura gira. Stai affrontando la corta e dura salita con una velocità che continua ad aumentare. Quando raggiungi la cima, prendi un breve e profondo respiro, ricerchi la linea e avanti di nuovo. Il tuo scopo è quello di scendere lungo il sentiero il più veloce possibile. Voli nelle curve strette, lasciandoti gli altri nella scia. Il tuo cuore batte forte e una scarica di adrenalina segue l’altra. Non c’è nulla che ti puo’ salvare, la tua bici e questa discesa infernale.
Divertimento, azione e libertà. Questo è mountainbiking nella sua forma più pura– . Questo è Enduro!

Strive for the podium

Non è facile trovare rivista che non ne parli, non c’è produttore che non offra biciclette speciali o abbigliamento per esso. Questo perché l’Enduro ha fatto tanto parlare di sé la scorsa stagione. Nel 2013 anche il primo Campionato del Mondo di Enduro celebra la sua anteprima. Ma che cosa è esattamente che si nasconde dietro il termine enduro?

Cos’è l’Enduro esattamente?
ll termine ha la sua origine nel mondo del motocross e deriva dalla parola inglese resistenza. In mountain bike, tuttavia, il termine enduro è molto più di un nome di una disciplina.
In breve, non si può confinare il termine enduro in una definizione precisa, ed è giusto così. Semplicemente non c’è standard perché l’enduro è un mix tra il cross country e il downhill – un’eccitante variazione di brevi salite e discese tecniche super veloci. Le gare a seconda degli eventi sono estremamente mutevoli. Non ci sono eventi con partenze individuali, le partenze sono di massa e in alcuni eventi i tempi vengono registrati durante l’intero corso o anche solo sulle discese. Quasi tutto è possibile.

Impression

Sete di avventura,
La libertà di sperimentare qualcosa di nuovo, la resistenza, la grinta e soprattutto l’amore per la bici è ciò che rende speciale l’enduro. Un crescente numero di ciclisti provenienti da altre discipline si sta convertendo all’enduro. Indipendentemente dal fatto che provengano dal four cross, dal downhill o dal cross country – l’enduro è aperto a tutti. Tuttavia, chi vuole veramente avere successo deve lavorare dannatamente forte. Questo sport richiede un bel po’ dal pilota, che idealmente dovrebbe avere forza, resistenza, uno stile di guida pulito, versatilità e concentrazione.

Canyon Factory Enduro Team
Nei prossimi giorni vi sarà l’introduzione ai nostri nuovi piloti del team. Di chi stiamo parlando? Stiamo parlando dello scozzese Joe Barnes, la tedesca top rider Ines Thoma, Marco Bühler e di Maxi Dickerhoff. Poi abbiamo ….. Sì, dovrete aspettare ancora un po ‘di tempo per scoprire chi altro sarà nella squadra …..
La bici che verrà usata nel 2013 è la nostra Enduro Strive Race. La loro missione è quella di ottenere i migliori risultati!
Puoi continuare a seguirci per interessanti interviste, nuove foto e soprattutto una grande stagione con il Canyon Factory Enduro Team così come le emozionati gare e grandi vittorie per la stagione!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Thomas Genon e Anton Thelander entrano nel Team Canyon

  gennaio 29th, 2013 | 12:31 | Canyon Onlineredaktion

Giovani, anticonvenzionali, creativi e talentuosi: quattro caratteristiche che descrivono perfettamente gli atleti di slopestyle e dirt Thomas Genon e Anton Thelander. Questo spirito, ma anche la loro posizione e il know-how in questo sport sono stati i due motivi principali per cui Canyon ha voluto i due atleti a bordo. Una situazione vincente per entrambe le parti: Thomas e Anton hanno un partner professionale e rispettato per supportarli e allo stesso tempo possono spingere avanti il programma di sviluppo gravity del brand di bici tedesco

Thomas und Anton mit ihren neuen Canyon Bikes / Copyright: Markus Greber

Thomas Genon e Anton Thelander appartengono alla giovane generazione di freeriders che si sono concentrati sul dirt e sullo slopestyle per un certo numero di anni. La loro allegria e la loro aspirazione forniscono una ventata di freschezza al mondo del freeride. Il potenziale incredibile del diciannovenne Thomas è evidente: la scorsa stagione, il belga ha intimorito la comunità con la vittoria al Red Bull Joyride di Whistler. Entro la fine del FMB World Tour 2012 Thomas si è classificato 3 ° assoluto – un risultato incredibile per un pilota così giovane. Al Nine Knights 2012, il rookie svedese Anton Thelander ha impressionato colleghi professionisti nonché giudici esperti con le sue prestazioni e ha vinto il premio “sovrano della settimana”.

Per entrambi gli atleti la collaborazione con Canyon è un’altra pietra miliare nella loro giovane carriera
Il fondatore e CEO Roman Arnold è entusiasta dei due atleti: “con il loro atteggiamento positivo, Thomas e Anton trasmettono il loro entusiasmo per lo sport e anche questo è uno dei significati di Canyon: Pure Cycling. Insieme ai due ragazzi vogliamo condividere questa passione e costruire biciclette che soddisfano le esigenze più elevate e allo stesso tempo sono puro divertimento.”

Thomas und Anton im Gespräch mit dem Canyon Entwicklungsteam /  Copyright: Markus Greber

Il professionismo è una parte importante di Canyon. Il produttore di Coblenza collabora con i migliori corridori del mondo, al fine di migliorare continuamente le proprie bici anno dopo anno. Questi giovani piloti non potrebbero essere più felice di andare in viaggio con Canyon.

Thomas è desideroso di iniziare. “Sono felice di collaborare con un grande marchio come Canyon, Roman, il team R & S, Anton e mi sono seduto insieme a loro e abbiamo discusso i nostri obiettivi insieme, vogliamo costruire una bici davvero cool, non solo per noi ma anche per i nostri fan. Quindi rimanete sintonizzati per ciò che è in arrivo in questa stagione!”
Per conoscere meglio il loro nuovo partner, a metà gennaio Thomas e Anton hanno visitato la sede Canyon a Coblenza. Lì, hanno avuto l’opportunità di approfondire il mondo di Canyon e dare un’occhiata dietro le quinte.

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Canyon Bicycles e la “Regina di Kona” Leanda Cave hanno dato vita ad una nuova collaborazione

  gennaio 23rd, 2013 | 11:44 | Canyon Onlineredaktion

Canyon Bicycles e Leanda Cave, che è attualmente la miglior triatleta donna al mondo sulle distanze medio-lunghe e campionessa in carica nominata “Regina di Kona”, nel 2013 danno il via ad una nuova collaborazione. La sua arma sarà la bici da crono Speedmax CF, vincitrice di numerosi premi.
La Speedmax CF è perfettamente settata per soddisfare le necessità di Leanda offrendole una grande flessibilità grazie alle diverse combinazioni possibili di attacco, manubrio, distanziali ed appendici.

La “Regina di Kona” e quattro volte campionessa mondiale Leanda Cave

“Dopo il mio primo incontro con il team Canyon mi sono subito resa conto di quanto tempo e passione fossero stati investiti nello sviluppo della nuova Speedmax CF. Il team R&D è molto aperto ed in effetti il feedback ricevuto dagli atleti fluisce direttamente nello sviluppo. Per me la cosa più importante è stata il primo test-ride su questa macchina da gara. L’ho sentita subito incredibilmente veloce e confortevole. Non vedo l’ora di iniziare a correre sulla nuova Speedmax CF” – Leanda Cave.

Sebastian Jadczak (product manager di Canyon), „Regina di Kona“ Leanda Cave e Jürgen Zäck. Il primo controllo a Phuket.
Sebastian Jadczak (Canyon Produktmanager ), Leanda Cave und Jürgen Zäck auf Phuket

Durante il suo programma di allenamento invernale e per le distanze brevi, collinari e tecnicamente impegnative la 34 enne del Galles si è affidata all’ Aeroad CF settata per il triathlon. La Cave ha coronato la stagione nel 2012 con un doppio mondiale : il 70.3 di Las Vegas e il mondiale Ironman delle Hawaii ed è l’unica atleta nella storia di questo sport ad aver vinto entrambi i titoli mondiali nella stessa stagione.

Siamo entusiasti di supportare Leanda Cave. Siamo inoltre molto orgogliosi del fatto che abbiamo potuto fornire a Leanda una delle migliori bici da crono al mondo, la Canyon Speedmax CF. Durante questa collaborazione con una delle atlete di maggior successo in circolazione speriamo di ottenere un feedback molto importante che influisca direttamente sul nostro R&D nel campo del triathlon e delle crono”, ha spiegato Andreas Walzer, il Canyon Team Liaison Manager.

Speedmax CF “Union Jack” design
Speedmax CF

L’inizio ufficiale della nuova stagione è il 3 marzo con la Fuga da Alcatraz. Il 14 luglio sarà in grado di mettersi alla prova all’ Ironman Challenge Roth. L’ obiettivo per il 2013 è già definito: ribadire il suo dominio nel triathlon sulle lunghe distanze e difendere il suo titolo di “Regina del Kona”.

Guardiamo con entusiasmo ai tuoi successi Leanda!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

L’incoronazione dell’ Aeroad CF e di “Purito” Rodríguez

  ottobre 17th, 2012 | 10:38 | Canyon Onlineredaktion

E’stato ufficializzato sabato scorso. La stagione 2012 è ormai storia e per il secondo anno consecutivo la Canyon Aeroad CF è stata incoronata la bici di maggior successo nel palcoscenico professionistico UCI. Dopo che Philippe Gilbert si aggiudicò una vittoria dopo l’altra nel 2011, quest’anno è stata la volta di Joaquim “Purito” Rodriguez ottenere il massimo dei voti UCI – e non privo di “bravado”

Ha iniziato a difendere il titolo dell’ Aeroad CF con le vittorie di tappa alla Tirreno-Adriatico ed al Giro dei Paesi Baschi, con la sua vittoria alla Freccia Vallone e con le sue prestazioni al Giro d’Italia, piazzandosi al secondo posto a soli 16 secondi dal vincitore Ryder Hesjedal.

Weiter im Rosa Trikot Joaquim Rodriguez, 12. Etappe Seravezza - Sestri Levante, GIRO d'ITALIA  2012 / Foto: ROTH-FOTO


Nella sua seconda importante corsa a tappe della stagione 2012, la Vuelta Espana nella sua nativa Spagna, Purito ha impressionato ancora una volta per la sua forma eccellente vincendo tre tappe e tenendo a lungo la maglia rossa prima di accettare la sconfitta dai suoi rivali spagnoli Contador e Valverde.

Nella sua ultima corsa della stagione 2012 Purito si è assicurato la sua corona vincendo un monumento del ciclismo, il Giro di Lombardia. Ha poi superato leader di Bradley Wiggins nella classifica UCI, per un totale di 692 punti, 91 punti davanti a Wiggins e 282 davanti a Tom Boonen.

Etappensieger Purito, Spanien-Rundfahrt 2012, 12. Etappe / Foto: ROTH

Nella gara a squadre il team British Sky ha ottenuto la vittoria generale, seguito dal team russo Katusha attualmente sponsorizzato da Canyon.
Ammettiamo che questo dimostra l’impressionante prestazione che ci imprime di ottimismo per il futuro.

Canyon & Katusha: imparare da ciascuno, vincere insieme.

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Rodriguez vince il Giro di Lombardia, in testa alla classifica UCI con Canyon

  ottobre 1st, 2012 | 14:13 | Canyon Onlineredaktion

Con una grande vittoria all’ultima classica italiana della stagione, Joaquim Rodriguez del Team Katusha ha ottenuto la sua 10^ vittoria della stagione 2012 aggiudicandosi la testa nella classifica mondiale UCI, con 692 punti battendo il vincitore del Tour de France Bradley Wiggins che aveva 601 punti.

In sella all’Aeroad CF 9.0 del team Katusha, Rodriguez ha ottenuto la vittoria al Giro di Lombardia sotto la pioggia battente diventando il primo spagnolo a vincere questa corsa dopo ben 106 anni di storia. Rodriguez ha attaccato sulla salita finale di 3 km, 7,4% di pendenza media, 15% massima sulla salita di Ello-Villa Vergano ed è stato in grado di staccare il forte gruppo all’ inseguimento.

RADSPORT / LOMBARDEI-RUNDFAHRT / 29.09.2012 / ROTH

Questo è il trionfo più importante di tutta la mia carriera, ha detto il 33enne Rodriguez nel post-gara. “Per me questa è stata una stagione perfetta: ho vinto la Freccia-Vallone, il secondo posto al Giro d’Italia ed il terzo posto alla Vuelta a Espana. Avevo due obbiettivi al Giro di Lombardia : vincere questa corsa prestigiosa e dominare la classifica UCI World Tour e sono riuscito in entrambe le cose. Quindi sono davvero felice.” ha dichiarato Rodriguez : “E’ difficile sapere se sono stato il corridore più forte nel corso dell’anno, e Wiggins è stato sicuramente il miglior corridore nelle corse a tappe”, ha detto Rodriguez, sul podio sia al Giro d’Italia che alla Vuelta a España . “Tutto quello che posso dire è che il 2012 ha certamente visto il miglior Joaquim Rodriguez ci sia mai stato.”

Con la chiusura della stagione 2012 Rodriguez guarda al 2013, spiegando “Devo lavorare sulle cronometro, come sempre,” ha detto. Rodriguez corre con la TT bike Speedmax CF di Canyon e spiega “Ho migliorato un sacco nei test sulle crono quest’anno, ma devo ancora lavorare molto nella galleria del vento durante l’inverno per non sprecare quello che ho fatto fino ad oggi. In salita, invece, credo di poter competere con i più forti e qualche volta sono io il più forte. ”

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Vuelta 2012: Purito continua a dominare la classifica generale della Vuelta

  agosto 27th, 2012 | 14:18 | Canyon Onlineredaktion

I numerosi tifosi a bordo strada lo hanno sostenuto. Il 33enne catalano gioca in casa e ne ha ovviamente approfittato. Nella terza tappa Joaquim Rodriguez ha nuovamente dato prova delle sue qualità in sella alla sua Aeroad CF confermando il suo vantaggio in classifica generale.
Nella tappa di 196 km da Andorra a Barcellona ha lasciato il posto aammettere a Philippe Gilbert che si è accaparrato la sua prima vittoria della stagione.

9. Etappe Spanien-Rundfahrt Philippe Gilbert (BMC)  und Purito Rodriguez (Katusha)

“Sono così commosso”, ha detto il catalano al traguardo. “Conosco questi posti da quando mi allenavo come dilettante ed ora sono qui sul podio come leader della classifica generale della Vuelta a España e l’entusiasmo è semplicemente incredibile”.

Secondo Purito la tappa non è stata dura. Il 33enne di Barcellona ha anche aggiunto che la possibilità di fuga è arrivata molto presto. “L’unico pericolo erano i favoriti della vittoria assoluta che sono ancora in forma”, ha spiegato Rodriguez aggiungendo: “Ma sono molto soddisfatto per l’esito della tappa”.

Dopo il trasferimento di ieri da Barcellona oggi è il primo giorno di riposo. Martedì si riparte in Galizia con una tappa relativamente piana. Mercoledì la prima crono individuale di questa Vuelta. Al giro di boa dei 40 km circa della cronometro i corridori devono superare i 490mt del Monte Castrove. Si prevede una tappa emozionante.

Incrociamo le dita per Katusha e per Purito che ci regalerà una prestazione fantastica sulla Speedmax CF Evo!

Canyon e Katusha: imparare da ciascuno, vincere insieme!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Purito Rodriguez del team Katusha prende la guida della Vuelta a España

  agosto 22nd, 2012 | 11:44 | Canyon Onlineredaktion

Purito Rodriguez del team Katusha prende la guida della Vuelta a España
Dopo quattro tappe Purito passa in testa alla classifica generale partendo dal diciottesimo posto dopo l’ arrivo in salita a Valdezcaray in sella alla sua Canyon Aeroad CF Team Katusha. Il precedente leader della corsa Alejandro Valverde (Movistar) è caduto a 30km perdendo il comando.

Spanien-Rundfahrt 2012, 4. Etappe: Purito übernimmt die Gesamtführung

Dopo la tappa, “non mi aspettavo di prendere la maglia oggi”, ha spiegato Purito Rodriguez, “quindi ovviamente sono felice, ma avrei preferito vincere la tappa di ieri. Questo non cambia nulla: essere in testa alla corsa mi dà una forte motivazione per raggiungere il mio obiettivo, ovvero una buona posizione nella classifica finale.
I distacchi sono ancora molto stretti e tutto può succedere.
In un primo momento non ci siamo accorti che Valverde fosse stato coinvolto in un incidente, ma appena me l’ha detto il suo compagno di squadra della Movistar ho chiesto ai miei compagni di squadra di interrompere immediatamente la corsa, io non sto criticando la scelta di altre squadre, ma ho pensato che fosse la cosa giusta da fare”

Congratulazioni Purito!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Un team eccezionale allineato per la Vuelta

  agosto 16th, 2012 | 9:36 | Canyon Onlineredaktion

Questo fine settimana partirà la 67esima edizione della Vuelta. Il Giro di Spagna di tre settimane (18.08 -. 09.09 2012) prevede 13 tappe di montagna, 6 tappe di pianura, una crono individuale da 40 km ed una crono a squadre.

Sotto la guida del capitano Joaquim Rodríguez Katusha invierà i suoi migliori corridori a questa prestigiosa corsa a tappe.
La squadra è composta da Pavel Brutt, Xavier Florencio, Mikhail Ignatyev, Alberto Losada, Denis Menchov, Daniel Moreno, Gatis Smukulis e Angel Vicioso. I direttori sportivi Valerio Piva, Dmitriy Konyshev e Claudio Cozzi accompagneranno i campioni durante l’evento.

La corsa inizia sabato 18 agosto con una crono a squadre di 16,2 Km.
Questo darà al team la possibilità immediata di dimostrare il meglio della nuova Speedmax CF Evo – soprattutto il campione a crono russo Denis Menchov.

3. Platz für Katusha  auf der 2. Etappe der ENECO-TOUR 2012 / Foto: ROTH

Joaquim “Purito” Rodriguez si imegnerà nel sostegno dei suoi compagni di squadra Denis Menchov, che ha vinto questa gara nel 2005 e nel 2007, e Dani Moreno, che ha dominato la Vuelta di Burgos quest’anno.
I pro dovranno superare gli estenuanti 3000 km in sella alle loro bici del team Ultimate CF SLX ed Aeroad CF. La nuovissima Speedmax CF Evo dimostrerà di nuovo le sue qualità durante la crono in dividuale di 40 km del 29 agosto.

Denis Menchov auf dem Speedmax CF Evo, Tour de France 2012, 19. Etappe Zeitfahren / Foto: ROTH

Aspettiamo trepidanti queste tre settimane ed auguriamo buona fortuna al team!

Canyon e Katusha: imparare da ciascuno vincere insieme!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Alban Lakata domina Leadville 100

  agosto 13th, 2012 | 11:28 | Canyon Onlineredaktion

Fino ad ora questo evento non era mai stato vinto da un biker non americano…!

Alban Lakata, alias “Albanator” è stato all’altezza del suo ruolo di favorito vincendo la leggendaria “corsa delle corse”, la Leadville 100.

Alban Lakata dominiert bei Leadville 100

Ispirato ed in splendida forma dopo la vittoria alla Transalp, il duo del Topeak-Ergon Racing Team Alban ed il compagno di squadra Robert Mennen si sono schierati insieme alle loro Grand Canyon CF SLX 29 Team.

I biker hanno dovuto superare ben 100 miglia nelle Montagne Rocciose. Una particolare sfida in questo evento è il dislivello. Dai 3094 metri di Leadville , la corsa sale verso la cosiddetta “Miniera di Columbine” che si trova ad un’altitudine di quasi 3800 metri.

Nel festeggiare la vittoria di Alban ti offriamo delle mountainbike in super offerta.

Uno sguardo alle bici dei pro:

Grand Canyon CF 9.0 Team: Prima a 3699 € – Ora 3199 € – Risparmi: 500 €

Grand Canyon CF 8.0: Prima a 2499 € – Ora 2199 € – Risparmi 300 €

Brave anche le nostre signore! Sally Bigham, che già ha dominato la Transalp poche settimane fa, si è accaparrata il secondo posto. Sonya Looney un’ottima quinta posizione dopo 50 miglia di corsa. Gramde performance!

Bel lavoro per l’intero Team!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare

Alla conquista dell’oro: Irina Kalentieva a Londra 2012

  agosto 8th, 2012 | 19:17 | Canyon Onlineredaktion

Entusiasmo ai massimi livelli. Sabato 11 agosto prende il via la sezione di mountainbike dei Giochi Olimpici di Londra.
Fra i partenti c’è la pluricampionessa del mondo Irina Kalentieva del Topeak-Ergon Racing Team che rappresenterà la sua Russia in sella ad una Canyon.

Irina Kalentieva

“Non pui permetterti di avere paura e devi esser pronta a lasciarti davvero andare ed a dare tutto quello che hai.”
Questo è il principio che porta Irina Kalentieva in vetta al suo sport e resta da diversi anni una delle donne più veloci al mondo nella disciplina del Cross-Country.
Irina dà sempre il massimo nel perseguimento dei suoi obiettivi. La mountainbike è la sua prima passione e lo dimostrerà ai Giochi Olimpici di Londra.

Nel blog Irina parla diffusamente della sua preparazione e delle sue esperienze. Accompagna Irina nelle ultime ore prima del grande evento.

In bocca al lupo Irina e porta a casa l’oro!

Sag uns Deine Meinung

Kommentare